Categorie
Prestiti

Caratteristiche Prestiti Personali On Line

I prestiti personali sono la forma di finanziamento più utilizzata e conosciuta. Ogni istituto di credito, banca o società finanziaria, li eroga a qualsiasi categoria, purchè in possesso dei requisiti necessari.

-Cosa sono i prestiti personali e quali sono le principali caratteristiche?

I prestiti personali consistono in erogazioni di somme concordate col cliente da parte di un istituto finanziario da poter utilizzare a piacimento e da rimborsare in rate mensili secondo piano d’ammortamento e condizioni contrattuali.
Dal momento che l’utilizzo del capitale ricevuto, di qualsiasi entità esso sia, non deve essere giustificato alla banca o finanziaria che lo concede, si può affermare che i prestiti personali siano prestiti non finalizzati.
Qualunque categoria di lavoratori o pensionati può richiedere un finanziamento per scopi personali, purchè vi sia la dimostrazione di avere una forma di reddito fisso sufficiente a garantire il rimborso rateale mensile previsto dal piano di ammortamento di quello che sarà il prestito personale scelto. Nel caso il reddito non bastasse, o non ci fosse proprio, si dovranno fornire garanzie ulteriori, ad esempio un’ipoteca su immobile, oppure la firma di un garante, o fideiussione.
I prestiti personali generalmente vengono erogati in un’unica soluzione e prevedono più frequentemente un tasso fisso, piuttosto che variabile. La rateizzazione mensile viene concordata ed approvata alla stipula del contratto tra istituto di credito e cliente.

– Chi può accedere ai prestiti personali e con quali requisiti?

Una categoria per così dire ‘privilegiata’ ad ottenere prestiti personali con una certa facilità può essere quella dei lavoratori dipendenti a tempo indeterminato. Essi portano all’istituto di credito quella che è la regina delle garanzie, e sicuramente la più apprezzata, ovvero la busta paga.
Il prestito personale, in questo caso, si appoggerà sulla cessione del quinto dello stipendio, per quanto riguarderà il rimborso mensile, oppure, qualora ci fossero ulteriori finanziamenti in corso, o protesti, o il soggetto risultasse cattivo pagatore, non sarà un grosso problema, perchè il dipendente potrà chiedere un prestito con delega, ossia la garanzia del datore di lavoro che una parte prestabilita dello stipendio verrà da egli stesso versato mensilmente per onorare il debito aperto dal suo dipendente.
Anche i pensionati possono richiedere prestiti personali, in quanto possono far fede sul reddito della propria pensione a dimostrazione di essere in grado di poter affrontare l’ammortamento con regolarità.
I lavoratori autonomi per poter accedere ad un prestito personale dovranno dimostrare, oltre che al modello Unico, di aver intrapreso l’attività lavorativa da almeno due anni.
La possibilità di accesso ai prestiti personali è aperta anche ai soggetti stranieri, che dovranno rispondere ad alcune richieste da parte dell’istituto finanziario come la presentazione, oltre ai documenti personali, anche il permesso di soggiorno e la dimostrazione di essere dipendenti da almeno 2 anni presso lo stesso datore di lavoro.
Molto importante, per qualsiasi categoria, non essere iscritti alla centrale rischi Crif.

Tags: ottenere prestiti personali per cattivi pagatori, prestiti personali, prestiti personali erogazione, prestiti personali lavoratori dipendenti, requisiti per prestiti personali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.